Lettera a chi so io… soltanto io!!!

Ciao mia Lucciola
scrivo queste righe perchè??? Non lo so perchè! Scrivo perchè ho voglia di farlo e perchè non ho voglia di farlo in rima, di sforzarmi per trovare quelle giuste che poi, alla fine, giuste non sono mai: sono soltanto cariche di retorica! Scrivo perchè sono nella mia stanza, solo e non ho voglia di vedere films, ascoltare canzoni, pensare in silenzio, giocare al computer o alla ps, masturbarmi, mangiare, uscire, dormire… insomma, adesso come adesso scrivo perchè non ho voglia di fare nulla se non scrivere!!! Potrei raccontarti qualcosa di noi, ma… sai tutto, e lo sai bene: l’hai vissuto!?! Potrei scrivere ciò che pensi e che senti, ma… sono cose tue e poi… non è bene ch’uno dimostri all’altra quanto bene la conosce… rende il "gioco delle parti" impari… fa pendere la bilancia troppo da una parte… a volte… è bene fingere che le persone non si conoscano quanto in realtà si conoscono, e in questo caso… ovviamente, e come al solito, è bene ch’io mi finga un pò più tardo di quel che già sono!!!
Fingere, si, ogni tanto è bene e giusto farlo! L’importante è che lo si faccia con le migliori intenzioni, mai per cercare di ricevere, ma sempre per cercare di dare qualcosa in più, senza ipocrisie di sorta, e, nella finzione, sottrarre sempre, senza aggiungere mai più di quello che in realtà è!!!
Ed è per questo che scrivo, perchè non so fingere se non nei casi sopracitati!!!
Non so dire: "Ti Amo" se non sono sicuro che sia così… so non dirlo se penso che lo sia!!!
Non so dire: "ti penso sempre" se non è così… so non dirlo se è quel che accade!!!
Non so dire: "mi manchi" se non ne sono certo… so non dirlo se ne sono sicuro!!! E via discorrendo!!!
beh, è facilmente intuibile che questo, il più delle volte, è un limite, ma… è il mio limite… e non posso, non riesco… non voglio farne a meno!!!
Di eccezioni, però, ce ne sono, e si possono fare e… è giusto farne.. non esiste regola senza la sua eccezione così come non esiste Padre senza Madre!!!
E l’eccezione è questa "lettera" con la quale ho la voglia, il bisogno ed il desiderio di spendere quattro righe per dirti che:
in tutto questo tempo (che sia poco o meno non spetta a noi dirlo… ma ai nostri omologhi tra una ventina d’anni) non è passato un solo giorno in cui io non abbia pensato a te, o detto almeno una volta il tuo nome, o evocato qualche nostro ricordo o in cui ti abbia semplicemente sognata!!! E non esagero assolutissimamente dicendo questo, anzi!!! Lo dicevo prima: non amo e non riesco a fingere aggiungendo!!!
Ogni giorno (Santo o maledettissimo anche per questo vale la regola della parentesi precendente) della mia vita, da un bel pò di tempo, è successo quel che dicevo prima!!!
Ora… non so perchè questo accada… non so dire se sia Amore (anche se ne dubito fortemente) o un semplice assillo o una fissazione, o una questione di chimica, o una attrazione imperitura, o la forza passionale di un monte di bei ricordi… non lo so, non ne ho la più pallida idea, e, sinceramente, non ho neanche voglia di scavare troppo affondo…. in fondo… non mi crea problemi questo, anzi!!! L’unico problema è che, troppo spesso, ho finto: finto che così non fosse; finto che: "chi io??? Ma assolutamente no!"; finto che: "maddai!?! Mica me lo ricordavo!"; finto che: "nooooo"; finto di essere superiore a quel che sono e migliore di quel che sono e più forte di quel che sono, e più cattivo e menefreghista di quel che sono!!!
"io non sono così"… eh eh eh… e lo so, lo so benissimo, è solo che… a volte si hanno vicine persone che, non piacendosi affatto, hanno talmente tanto bisogno di cambiare gli altri che… è un peccato non accontentarle e… beh, in un gesto di bontà, poi, alla fine, si rischia (come nel mio caso) di credere davvero d’esser cambiati, e invece… NON E’ POSSIBILE!!! Non si può cambiare… si possono limare gli angoli, … si può migliorare, ma… cambiare è ben altra cosa ed è impossibile!!! Del resto… chi  nasce tondo come muore??? Non certo quadrato!!! Ergo… si crede di cambiare nel momento in cui le avversità si ammassano contro di noi e non si riesce a respingerle, ma… nell’intimo, nel profondo di noi stessi… SI E’ SEMPRE NOI STESSI!!!
Così vale anche per me, ovviamente!!!
E a dispetto di quel che ho fatto credere, o di quel che mi hanno fatto credere o di quel che ho creduto… sono sempre uguale… il solito testa di cazzo che non ce la fa… non ce la fa proprio a starsi zitto e allora… quand’è solo, come adesso… piglia, e scrive… e a chi scrivere se non a chi non sa di essere sempre stata, in un modo o nell’altro, nei miei pensieri??? A chi scrivere se non a colei per la quale val bene la pena di fare un’eccezzione… un piccolo strappo alla regola dicendo senza aggiungere niente di più di quel che è, anzichè sottraendo senza dire quel che in realtà è???
Un fortissimo abbraccio e, se vuoi, un bacio…
A presto…
Cesare Capuano
Questa voce è stata pubblicata in Scritti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...