Parte Prima

Lettera ad un’Amica lontana…
Ciao tesoro mio!
Soltanto tre volte i miei occhi hanno accarezzato, con il loro sguardo, la tua pelle nuda, e… quante sensazioni!?!
Descriverle?
Impossibile anche al più abile dei poeti!!!
Ricordo
tutto di te, ogni minimo dettaglio!?! Ricordo bene quello strano segno
sul tuo seno destro… non so ancora cosa fosse, ma… era bello! Era
bello sopra di te!!! Cosa mai fosse non mi interessa, ma… mi domando:
come può esistere un’essere così bello? Come la natura può miscelare
così bene colori, forme, proporzioni???
E mi rispondo con la stessa innocenza, con la stessa sciocca banalità… esiste!!! La natura può!!!
Che
bello guardarti!!! Dio come mi manca!!! E che bello quel "fiore" che in
un calda e afosa giornata, su un letto impreganato di sudore e lacrime
di gioia, mi donasti!!!
Che sogno è stato conoscerti, viverti!!!
Può
sembrare poco il tempo passato insieme… ma se il ricordo vive (come
vivrà in eterno dentro di me), come può essere quantificato questo
tempo???
Poco rispetto a cosa?
Rispetto alle convenzioni temporali di questo mondo???
Ed è di questo mondo la tua bellezza???
E’ di questo mondo il sogno che ho vissuto con te al mio fianco???
Appartengono a questo mondo i tuoi baci; le tue carezze; la frenesia vissuta in quella calda e afosa giornata e in altre???
Sai,
pensarti non è difficile, ricordarti altrettanto, ma… potrò mai
riaverti? Potrò mai sperare di avere te, piccolo, splendido fiore del
deserto al mio fianco???
Ed ora che avrei mille cose da fare… non so più pensare a nient’altro che a te!!!
Quando non dormo passo il tempo a pensarti e quando dormo… ti sogno!!!
E mi fa male non sentirti, non sapere cosa pensi di me… se pensi ancora a me!?!
E
ogni secondo che passa, ogni istante, sempre di più… vorrei
chiamarti! Sentire ancora la tua voce, i tuoi lunghi sorrisi, i tuoi
silenzi, che mi spiazzavano e che, ora, incatenano il mio cuore, la mia
anima, la mia mente al tuo ricordo!!!
Non so se ti rivedrò, o se,
quando questo accadrà, i miei occhi potranno ancora accarezzare il tuo
corpo come in un temponon lontano… so solo che non ti dimenticherò
mai e che, nonostante i continui flussi di cambiamento che la vita
scaglia violentemente contro di noi, il tuo ricordo vivrà sempiterno in
me!!!
Ciao mia lucciola luminosa; mia rosa del deserto!
Ti aspetto… oggi sta per finire… domani inizierà, com’è consuetudine ormai, all’insegna di te!!!

Cesare Capuano
17/05/2006
h 05.05
Casa dei Popoli "Antonio Capuano"

Questa voce è stata pubblicata in Scritti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...