Ar Mijor Amico Mio

Nun Me Va!!!
Certo che fa strano pensà ar tempo ch’è passato da quanno se conoscemo
E’ ancora peggio si poi uno s’accorge ch’è più d’un terzo de la vita che vivemo
 
Quante ne sò successe eh!?! Li pianti tua e mia e le gioie ch’avemo condiviso
riuscenno a capisse solo da piccoli particolari, da diverse espressioni sur viso.
 
Semo cresciuti piano piano, lentamente, tutt’e due cò ‘nà certezza fissa ‘n testa:
che nell’Amicizzia nostra, er semplice vedesse, sarà sempre come ‘n giorno de festa!!!
 
quanti esempi c’avrei da fà, quante cose c’avrei da dì su tutto quello che amo passato
su le critiche e i complimenti repiproci, su le sere a ballà, a giocà, a beve a piasse ‘n gelato!
 
Ce n’avrei da dì su le sere ar bodega, ar med nait, a le modè, a corso vittorio, ar centro
le sere a ‘mbriacasse all’arfeus, ar mucca, ar praid a buttasse ettolitri de arcol dentro!!!
 
Oppure potrei perde ore e ore a dilungamme su le sere passate semplicemente a casa
a guardasse li firm, a chiacchierà, a cojoneggià, a giocà a quer computer… manco fosse la nasa!!!
 
potrei spenne ore e ore su tutte le storie che cò te ho vissuto o su le vorte che me sò ‘mbriacato
potrei parlà de le divergenze sur rapporto da avè cò le donne, pè me univoco pè te variegato!!!
 
potrei perdeme in mijardi de parole su come me sei stato vicino quanno n’ho avuto bisogno
su come, a vorte ‘n silenzio, hai saputo capimme senza pensà a arcun tipo de guadagno!!!
 
Potrei dì uno sfracelo de cose su tutte le vorte che stanno assai male, unico, t’ho sentito vicino a me
su tutte le vorte che m’è successo quarcosa de novo e ho aspettato ‘r momento de raccontallo a te.
 
Potrei, poi, scrive un romanzo su la trasformazione (‘n positivo, apparte la panza) che c’hai avuto
su come t’ho visto felice passanno, grazie ad Arianna, da quello ch’avevi a quelli ch’hai sempre voluto.
 
Ma nun me và! Perchè ‘n fonno chi le deve sapè ‘stè cose sò sicuro che le sa già da parecchio
e poi sarebbe impossibile trasmette tutte le emozioni vissute… ce vorebbe troppo, me ce farei vecchio!!!
 
Anche perchè tutte ‘stè cose, partenno dar core ce scorono ne le vene
co incise sopra la più semplice de le scritte: TE VOJO BENE!!!
 
Cesare Capuano
12 dicembre 2006 h06.25
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...